UP

Iran natura e vedere il Ghepardo iraniano (17 Giorni)

Se state pensando di visitare l’Iran con un itinerario diverso rispetto a quelli più classici questo è esattamente ciò che fa per voi.
A prima vista può sembrare un tour zoologico, che è vero ma fino ad un certo punto, in realtà questo tour vi permetterà di vivere un’esperienza più selvaggia, trascorrere notti nel silenzio del deserto o all’interno di una casa di una famiglia in un remoto villaggio. Allo stesso tempo l'itinerario non mancherà di toccare le località più affascinanti della cultura persiana quali Isfahan, Yazd e Shiraz.

 

Iran, Tehran, Milad tower  1° Giorno: Visita di Tehran

Potrebbe suonare come una introduzione fuori nota per un viaggio che si concentra sulla natura, ma Teheran offre una tale gamma di attrazioni che si può chiudere un occhio al suo inquinamento e ai suoi ingorghi.
Cercheremo di fare una visita alla migliore museo archeologico dell'Iran, il Museo Nazionale, dove si avrà modo di iniziare a conoscere un pezzo della storia e della civiltà del paese che si visiterà in maniera più approfondito nei giorni a seguire.
Una passeggiata nel bazar è una buona occasione per farsi una prima impressione sulla società iraniana, presente in ogni città dell'Iran, la sua esistenza risale già dai tempi antichi. Situato a metà strada tra il museo e il bazar, è il Palazzo Golestan, il resort di origine safavide che venne costruito durante il periodo Zand e poi divenne il complesso di palazzi durante l’epoca di Qajar.
La giornata si concluderà con la visita al Museo dei Gioielli.

 

 

Iran, Tehran to Jajarm road2° Giorno: Si parte, la natura è in attesa!!!
Un lungo viaggio attraverso le montagne di Alborz, che separano i deserti centrali dell’Iran dalla linea di costa del Mar Caspio, dove sulla destra avrete le sobrie e calme terre desertiche e a sinistra le alte vette di Alborz che offrono una vista incredibile.
Questa combinazione potrebbe essere una buona transizione dalle atmosfere urbane della capitale al parco nazionale di Miandasht, dove la vita selvatica è in attesa di essere guardata!!!!
Mentre ci si avvicina a Damghan, una città lungo la strada, si potrà fare una sosta e vedere giardini di pistacchio.
Un buon riposo porrà fine alla giornata odierna.

 

 

 

Iran, asian cheetah, Kushki is chasing a prey3° Giorno: osservazione del ghepardo che cattura una preda, passeggiata nel parco
Passeggiata nel parco nazionale per vedere, tra gli altri, il Kushki, il ghepardo maschio, il felino più veloce al mondo, che vive in uno stato di semi-cattività, all’interno di un recinto di 12 ettari. Entreremo nell'area recintata per vederlo inseguire le sue prede e catturarle!!! Preparate la macchina fotografica in anticipo.
Si rimarrà nel parco fino a sera e se sarà possibile si effettuerà anche una visita notturna!!

 

 

 

 

 

 

Iran, Khartouran national park , animal watching 4° Giorno: Visita al parco nazionale di Khartouran

Touran, il rifugio della fauna selvatica, è la meta di oggi. Questo vasto parco è uno degli habitat di svariate specie di animali, e anche uno dei più grandi habitat del ghepardo iraniano, purtroppo questo animale è esposto ad un grave pericolo di estinzione.

 

 

 

 

 

 

Iran, Touran national park, Nature

In giornata si effettuerà un percorso a piedi nel parco mentre in serata la sistemazione sarò in uno dei villaggi vicino al parco, sarà un'esperienza unica.
Oltre alla vita animale del parco, si possono ammirare diversi tipi di pietre e la varietà geologica di questo parco è evidente tant’è che una delle più grandi miniere di lapis lazzuli del est nord fa parte di questo parco. 

 

 

 

 

 

  

Iran, road to Jandaq5° Giorno: Viaggio verso Jandaq attraverso il deserto di Dashi-e-Kavir

Oggi si viaggerà attraverso il deserto centrale dell'Iran ammirando le sue verdeggianti oasi e le brulle e rosse colline. Sulla via si incontreranno branchi di cammelli ed prevista una breve sosta sulle dune di sabbia per godere di una buona posizione per le foto!
A Jandaq ci sarà la possibilità di passeggiare nella vecchia cittadella, in parte ben restaurata, e chiedere ai locali di farsi raccontare la storia della costruzione del portale.
In accordo con la guida ed in base alla stagione sarà possibile organizzare il pernottamento in un’oasi vicina .

 

 

 

 

Iran, Yazd, The city of wind catchers 6° Giorno: Viaggio verso Yazd, la città delle torri del vento 

Oggi ci si muoverà ancora più in profondità nel deserto dell'Iran e si raggiungerà il suo diamante, la città di Yazd. Lungo il tragitto si avrà modo di effettuare qualche fermata per camminare sulle dune di sabbia.
Yazd, chiamata dai musulmani "la città del culto", dove il labirinto del suo vecchio quartiere vi stupirà e i suoi dolci deliziosi vi tireranno su il morale, è una città antica che risale al Medioevo. Originariamente venne chiamata Isatis. Durante i secoli 13 e 14 questa città ricopriva una grande importanza e diversi monumenti furono costruiti qui. 

 

 

 

 

  

 

Iran, Yazd, Old district labyrnith7° Giorno: Perdersi nel dedalo di vicoli della città vecchia di Yazd

La moschea di Jame e il mausoleo di Rokn-o-din si trovano nello stesso quartiere e questo può essere un buon inizio per visitare Yazd. Si camminerà verso il quartiere di Fahadan e lungo il tragitto si visiterà una delle principali industrie di questa città di un tempo: "incombente". Due principali tipi di tessuto sono prodotti in questa città: Termeh & Darayi.
Yazd è conosciuta come la città delle torri del vento, camminando nel quartiere se ne possono vedere diverse, quella più alta di tutto l'Iran si trova a Yazd nel giardino a Dowlat Abad, che potrà essere visitato in giornata.
Accanto a monumenti musulmani, poiché la città è una delle principali città della zoroastriani, il tempio del fuoco e le torri del silenzio sono gli altri due siti che saranno visitati. 

 

 

 

Iran, Bafgh, Tiger8° Giorno: Visita al parco nazionale di Bafgh

La mattina presto, lasciata Yazd, si parte per andare verso Bafgh, situata a 125 km da Yazd, una città che si trova tra le miniere di rame e piombo miniere, ospita anche uno dei parchi nazionali dell’Iran ricco di una variegata flora e fauna. Questo parco nazionale del Bafgh, nato nel 1988, è uno dei principali habitat del ghepardo asiatico.
Nota: per la notte sarà possibile tornare alla città Bafgh e il giorno successivo spostarsi verso Isfahan.
Nel caso l si desideri è inoltre possibile estendere l’escursione in questo parco per ulteriori due giorni.

 

 

 

 

Iran, Isfahan, Shah mosque portal 9° Giorno: Spostamento a Isfahan, la capitale safavide, attraverso Naien
In mattinata spostamento dalla natura alla cultura e alla storia in un viaggio di quasi 450 km. Superata Yazd ci si sposterà verso Naein dove in una breve sosta si visiterà la sua bella moschea con il suo stucchi unico e le sue lavorazioni di legno intarsiato di Minbar.
Poi, la strada condurrà fino ad Isfahan, come i suoi abitanti l’hanno soprannominata, la metà del mondo!
Il 1602 è la data in cui lo scià Abbas trasferì la capitale ad Esfahan e questo è stato l'inizio di un grande processo di costruzione della città. L’urbanistica in stile reale della città è la principale attrazione principale di Isfahan così come la piazza Naqshe-Jahan (modello del mondo) e per la sera i ponti sul fiume Zayandeh-Rud.

 

 

 

  

Iran, Isfahan, Ali qapu10° Giorno: Shah Abbas ci ospiterà questa sera nella sua capitale
In accordo con la guida solitamente la visita delle principali attrazioni turistiche viene effettuata in due giorni.
Si parte con una camminata nel quartiere armeno di Jolfa e con la visita alla Surp Amenaprgich Vank, la chiesa più ornata dell'Iran. Un caffè in uno dei bar intorno può essere un buon suggerimento per fare un piccolo break.
Per il tempo che rimane, su suggerimento della guida sarà possibile concordare cosa altro vedere.

 

 

 

 

  

Iran, Mouteh wild life refuge 11° Giorno: Ancora natura con il parco di Mouteh e la notte a Citadle

Il rifugio di Moutheh sarà la destinazione di oggi, dove si trascorrerà qualche ora. Attualmente, in questa area, si conoscono 142 specie diverse di vertebrati, tra cui 25 tipi di mammiferi, 88 tipi di uccelli, 3 tipi di pesce e un tipo di anfibio.
Durante la sua invasione in questa area, Aqa Mohammad Khan, il fondatore della dinastia Qajar, trascorse una notte nello stesso luogo dove si pernotterà in serata!!! E’ la cittadella di Gogad, un luogo restaurato e dotato anche di internet. Su richiesta sarà possibile organizzare un concerto di musica tradizionale dal vivo.

 

 

 

 

 

Iran, Yasuj, Sisakht12° Giorno: Cambio di altitudine, si va oltre i 4000m!

Finora tutti i luoghi visitati in questo tour sono stati nelle terre desertiche, quindi è il momento di muoversi verso zone montuose e altitudini più elevate. Varietà è il colore della vita!
Zagros, una delle due principali catene montuose dell'Iran, si estende da nord-ovest a sud est del paese e ha una flora e una fauna rigogliosa e unica.
La destinazione sarà una piccola città chiamata Si Sakht, circondata da più di 40 cime montuose che superano i 4.000 m. Situato sulle colline, il villaggio è circondato da numerose sorgenti, utilizzate per l’imbottigliamento dell’acqua minerale. 

 

 

 

 

Iran, Shiraz, Sadi Tomb 13° Giorno: Trasferimento nella città dell'amore, Shiraz
La distanza percorsa oggi è di quasi 213 km, quindi in caso non si abbia fretta di arrivare prima a Shiraz, è consigliato trascorrere una mezza giornata a piedi nella zona circostante.
Il percorso passa attraverso Yasuj, la capitale della regione di Kohgiluyeh e Buyer Ahmad. Il clima temperato e le fertili terre hanno reso questo un luogo adatto per l’insediamento di popoli sin dall’età del bronzo, come dimostrano alcuni reperti rinvenuti in zona. Ad oggi, nella regione, la maggior parte dei suoi abitanti parla la lingua Lori. La loro musica e canti popolari ben proiettano la loro lunga e nostalgica relazione con la natura.
La giornata si concluderà con l’arrivo a Shiraz, dove si potrà godere di un po’ di relax. 

 

 

 

  

Iran, Shiraz, Bamu 14° Giorno: Parco Nazionale di Bamo, il fascino della natura nella regione Fars

Giusto per tenere il passo con il tema del nostro tour, oggi ci spostiamo a 10 km a nord per andare al parco nazionale di Bamo National Park, con più di 100 specie di animali e una flora ricchissima di diverse specie di erbe naturali.
Come nei giorni precedenti, nei parchi nazionali l'attività principale prevede delle camminate e l’osservazione degli animali che vivono nel loro habitat naturale.
In serata rientro a Shiraz al fine di prepararsi per lo spostamento del giorno seguente verso il paradiso archeologico di Fars. 

 

 

 

 

 

Iran, Marvdasht, Persepolis15° Giorno: Camminata in travolgente collezione di Achaemanids
Nessuno può ignorare l'importanza storica dell’ovest e sud-ovest dell'Iran; in realtà è la sua posizione geografica perfetta che lo ha reso, sin dall’antichità, un luogo adatto alle diverse civiltà per stabilirsi e crescere.
Di tutte queste civiltà, gli Achemenidi, una delle più forti e potenti dinastie, vivevano vicino all’attuale Shiraz e nel 500 a.c. costruirono la loro capitale su un lato della collina del monte di Merci.
In seguito, sulla dorsale del monte di Hussein, a quasi 8 km ad ovest di Persepoli, scavarono le loro cripte che più tardi negli anni divennero tra i capolavori più importanti del periodo sasanide. Questa collezione è ora chiamata Necropoli o come i locali la chiamano, Naqsh-e-Rostam.
Una visita al mausoleo di Hafez con il suo meraviglioso giardino permetterà anche di rilassarsi e riflettere su ciò che finora si è visitato in Iran

 

 

  

Iran, Shiraz, Nasir-ol-,olk  16° Giorno: Il finale perfetto del tour visitando Shiraz, la città dei segreti
Non bisogna pensare che trovandoci a Shiraz stiamo cercando di vantarci della nostra città, basta chiedere a chiunque si incontra, sin dall'inizio della visita di Shiraz, che vi risponderà: "Shiraz è la città più rilassato dell'Iran ".
La città dell’usignolo, delle poesie, dei fiori, delle arance, benvenuti nella città di Hafez, di Sadi, di Khajo e di molte altre icone letterarie.
Città di vecchi quartieri e di un sorprendente labirinto di strade strette, del mausoleo di Shah Ceragh, la più grande ed ornata moschea nel sud dell'Iran, e poi grandi negozi e strade affollate con uno dei più grandi mercati, l’Hyper, in Medio Oriente, dove si vive la vita moderna.
Siti importanti nelle zone di Zand & Qajar, quali il bazar di Vakil, la cittadella di Karim-Khan, il Narenjestan, la moschea rosa e molti altri luoghi per stupire.
Questo luogo di bellezza, questa collezione di tradizione e modernità vi accompagnerà per tutta la giornata.

 

 

Flying out of Iran 17° Giorno: Partenza dalla perla del Medio Oriente: l’Iran 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

Avviso:
1. Questo tour è abbastanza flessibile e aperto a qualche modifica, come la maggior parte dei nostri tour!
2. Sarebbe molto più facile effettuare il volo di ritorno da Shiraz, nel caso in cui non si possa ottenere il biglietto, o si voglia partire da Teheran, organizzeremo un volo interno su Teheran nella 16° serata.