UP

Persia completa (26 Giorni)

Per coloro che desiderano ammirare bellezze architettoniche, siti archeologici, entrare a contatto con diversità etniche e culturali, gustare deliziosi piatti provenienti da tutto il paese, immergersi in danze e musiche locali, il tour “Persia completa” è l’ideale.
Durante questo viaggio si potranno ammirare città quali Teheran, Ghazvin, Masooleh, Ardebil, Sarein, Jolfa, Kaleibar, Tabriz, Kaleibar, Sanandaj, Oraman, Kermanshah, Hamedan, Khoram Abad, Shush, Shushtar, Shiraz, Yazd, Isfahan, Kashan, Abyane e Qom in meno di un mese!!!

 

 

Iran, Tehran, Azadi squre

1° Giorno: Arrivo a Tehran e visita della città

Al vostro arrivo, prima dell'alba, in aeroporto a Tehran, sarete accolti calorosamente dal nostro rappresentante recante il nostro nome e logo (informazioni di trasferimento) che coordinerà e organizzerà il trasferimento all’albergo. Avrete tempo per riposare e rilassarvi prima dell’inizio del tour in mattinata di Tehran. La capitale iraniana è una metropoli moderna e orgogliosa di avere musei unici con splendide ed ineguagliabili collezioni e manufatti storici dalle origini fino ai nostri giorni.

Il tour inizierà con la visita al Museo Archeologico, uno dei rari luoghi al mondo dove si potrà avere la speciale opportunità/l’occasione speciale di visitare “l’evoluzione della specie umana” attraverso la meravigliosa collezione di reperti storici.

Successivamente, sarà nostro grande piacere, farvi assaggiare i sapori unici della cucina iraniana. Il pranzo sarà in un ristorante tradizionale di cucina tipica iraniana dove degusterete svariate e deliziose specialità di piatti e desserts persiani.

La giornata proseguirà con la visita all’inestimabile Museo dei Gioelli della Corona all’interno del quale potrete ammirare uno dei due più grandi diamanti, Darya-e-Noor, (un mare di luce).

Nel tardo pomeriggio si avrà la possibilità di ammirare una vasta collezione di tappeti, tessuti a mano, presso il Museo del Tappeto che ospita più di 100 preziosi pezzi provenienti da ogni parte dell’Iran e di approfondire la conoscenza sulla storia e la tradizione di questi manufatti.

Pernottamento a Tehran.

Attenzione: La priorità nelle visite può subire dei cambiamenti in base all’orario di arrivo, preferenza della guida e alle chiusure dei musei in base alle festività nazionali e non.

 

 

Iran, Tehran, Shāh Abdol Azim Shrine 2° Giorno: Visita di Tehran e spostamento a Ghazvin

Al mattino visita al Complesso Sa'ad Abad che si estende su un’immensa area di 1.100,00 mq. composta da 18 magnifici palazzi storici (due dei quali saranno visitati). Questo complesso fu costruito dalla dinastia dei Pahlavi e lascia indubbiamente stupefatti coloro che lo visitano. La visita di Tehran si concluderà al Museo della Ceramica dove si avrà modo di assistere alla sua creazione grazie alla sua storica e gloriosa archeologia. Lasciato l’hotel si raggiungerà un ristorante tradizionale per un gustoso pranzo iraniano. Succesivamente ci sarà lo spostamento via terra a Ghazvin.

Questa città è stata fondata da Shapur II, re di Persia nel 250 a.c.. Reperti archeologici rinvenuti nella pianura di Ghazvin rivelano insediamenti agricoli urbani risalenti a nove millenni fa. Al centro della città, si trovano le rovine di Meimoon Ghal'eh, uno dei numerosi edifici sassanidi nella zona. Tutt’ora a Ghazvin numerosi scavi archeologici sono in corso.

 

 

Iran, Alamoot3° Giorno: Escusione ad Alamoot

La giornata di oggi prevede l’escursione ad Alamoot per visitare storico castello di Alamoot, vicino a Ghazvin, che è l'unico monumento dedicato al Dio di Alamoot (Hasan Sabbah). La fortezza fu distrutta il 15 dicembre 1256 da Hulagu Khan come parte dell'offensiva mongola sulla zona islamica a sud-ovest dell’Asia.

Pernottamento a Qazvin.

 

 

 

 

 

iran, masouleh4° Giorno: Spostamento e visita di Masooleh passando per Manjil e Roodba e la palude di Anzali

Partenza al mattino presto per l'antico borgo di Masooleh, con una tappa intermedia per visitare Manjil e Roodbar.
Manjil è conosciuta come la “Città del Vento” poiché è situata in una fenditura della catena montuosa Alborz, creando così una sorta di imbuto per il vento. Sono state installate delle turbine eoliche per trarre vantaggio da questo potere naturale. L’alloggio sarà in uno degli hotel più affascinanti del nord dell'Iran circondato da foreste.
Successivamente ci si sposterà verso il villaggio storico di Masooleh, la cui particolare e unica architettura è patrimonio dell’UNESCO. Gli edifici sono stati costruiti nella montagna e sono interconnessi fra loro. I cortili e i tetti delle case fungono come aree pedonali simili a strade. A Masooleh gli autoveicoli non possono entrare a causa della sua struttura urbanistica. E’ l'unico paese in Iran con un simile divieto e tuttavia le piccole strade e le molte scale non renderebbero possibile il transito ai veicoli. Le coperture esterne di argilla gialla, della maggior parte degli edifici in Masooleh, consente una migliore visibilità nella nebbia. Infine è prevista un’escursione alla palude Anzali, che è una delle più belle e più grandi paludi del mondo. Si potranno ammirare bellissimi fiori come il giglio d'acqua e una grande varietà di volatili. Pernottamento in Masooleh

 

 

Iran, Ardabil5° Giorno: Spostamento e visita di Ardabil passando per Astara e Sarein

Partenza per Ardabil e Sarein (266 km). In questo bellissimo percorso si attraverseranno splendide foreste del Nord e lo Stretto di Heiran dove si potrà ammirare uno dei più bei paesaggi dell’Iran. Le foreste del nord dell'Iran sono state riconosciute come un patrimonio nazionale poiché ricche di flora e fauna particolari. L'EPA (Agenzia di Protezione Ambientale) presta particolare attenzione a questo luogo così come i Beni Culturali lo considerano un patrimonio naturale nazionale.
Lungo il percorso si visiterà il porto di Astara, un'area, che ai tempi, fu probabilmente visitata da Zoroastro. La sua storia risale a 6.000 anni fa. Si visiteranno inoltre le più belle coste del Mar Caspio.
Prima di arrivare ad Ardabil, visita alla città di Sarein che è famosa per le sue terme. Si può godere dei benefici miracolosi di questi centri di benessere, che curano malattie della pelle, malattie interne e problemi articolari. Pernottamento in Ardebil.

 

 

Iran, Ardabil6° Giorno: Visita di Ardebil

Ardabil è una bella e indimenticabile città storica che si trova alle pendici delle Montagne di Sabalan (la sposa delle Montagne Iraniane). In questa città la dinastia safavide prese residenza. Si visiterà il mausoleo dello sceicco Safi - ad-din - e- Ardabili, imponente sito antico che comprende i mausolei dello sceicco Safi e Shah Isma'il, la Chini Khaneh (la casa di porcellana), una moschea, la Jannat Sara (la casa del paradiso), Khanqah (la casa di Dervisci), la Cheragh Khaneh (la casa delle lampade), la Shahid khaneh (la casa dei martiri) e infine la Chelleh Khaneh (il luogo in cui i devoti si chiudono durante i quaranta giorni di Quaresima). In ultimo il mausoleo dello sceicco Safi, la famosa cupola che si chiama "Allah - Allah" che ha un interno a pianta ottagonale e il Museo Archeologico. Pernottamento ad Ardebil.

 

 

Iran, Julfa7° Giorno: Spostamento a Kaleibar

Oggi spostamento da Ardebil a Kaleibar. La regione di Kaleibar è famosa per le foreste dell’area protetta di Arasbaran e della Bazz Galasi e per la fortezza di Babak Khorramdin. La torre di Babak ( Ghale - eh Babak) è dove Babak -e Khorramdin è vissuto; si erge a 3200 m sul livello del mare da cui si gode una vista mozzafiato sul paesaggio.

Babak Khorram -Din è stato uno dei principali leader rivoluzionari persiani-iraniani del Khorram - Dinan. E 'stato il leader di un movimento per la libertà locale che combatteva il califfato abbaside. La ribellione Khorramdin di Babak si diffuse nella parte occidentale e centrale dell'Iran ed è durato più di venti anni prima di essere sconfitto. Per accedere al castello si hanno due opzioni: è possibile lasciare l'auto in un parcheggio vicino alla città e salire verso il castello attraverso fitte foreste o guidare fino al punto in cui la strada si estende, lasciare l'auto lì e fare un trekking di circa un'ora fino il castello.

Finita la visita ci si sposterà verso Kaleibar.

 

Iran, Julfa8° Giorno: Viaggio verso Tabriz passando per Jolfa

Oggi ci si sposterà verso Tabriz. Lungo il percorso si visiteranno Jolfa che è una delle più importanti città di confine dell'Iran che si trova nei pressi del fiume Aras e vicino alle affascinanti foreste di Arasbaran. Jolfa è la roccaforte della cultura e della religione dei cristiani armeni. Si visiteranno le principali chiese e il Monastero di San Stepanos (Maghartavank ), situato a circa 15 km a nord ovest della città, in un profondo canyon lungo il fiume Aras sulla riva iraniana al confine tra l'Azerbaigian e l'Iran. Questo monastero venne costruito nel 9 °secolo d.c. e fu ricostruit in epoca safavide dopo vari terremoti che lo avevano danneggiato. Julfa si potrà ammirare anche una bella cascata.

Finita la visita ci si sposterà verso Tabriz (150km) dove si pernotterà.

 

 

 

Iran, Tabriz, Bazaar9° Giorno: Visita di Tabriz

L’Azerbaigian è la culla di una delle etnie più colte e coraggiose in Iran, gli Azeri. Sarete impressionati dalla profondità e dalla ricchezza della cultura, della lingua, della musica, della danza e della letteratura azera. Le bellezze di questi luoghi cattureranno gli occhi dei visitatori come il grande parco Eil Goli (piscina dello Shah) di Tabriz. In passato pare sia  stato utilizzato come una risorsa d'acqua per scopi agricoli e anche come residenza estiva durante la dinastia Qadjar (quando Tabriz era la residenza ufficiale del Principe di Iran). Si avrà modo di visitare il bazar esotico, che è uno dei più antichi bazar del Medio Oriente e il più grande bazar coperto al mondo. E stato riconosciuto come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel luglio 2010.

Successivamente si visiterann i resti della grande Moschea di Kabood o Moschea Jahanshah che è una delle opere di Abul Mozaffar Jahanshah bin Qara Yousef, un membro della tribù Qaraqoyounlu, a Tabriz. Questa moschea fu completata nel 870 a.c. dopo la supervisione della moglie di Jahanshah, Jan Beigum Khatoon. La giornata si concluderà con la visita alla santa chiesa Serkis, costruita da 'Petrossian' nel quartiere Banvan di Tabriz nell'anno 1821 d.c. Pernottamento a Tabriz.

 

Iran, Orumiyeh lake10° Giorno: Spostamento a Takab passando per il lago di Orumieh

In mattinata lungo il percorso per Takab. visiteremo il villaggio Kandowan, interessante dal punto di vista architettonico per i suoi insediamenti che risalgono al periodo pre-islamico le cui case assomigliano a grotte essendo state scavate nella montagna. Qui inoltre l’acqua viene usata per il trattamento delle malattie. Nei dintorni ci sono altri villaggi caratteristici per le loro strutture architettoniche. 

Lungo la strada visita al Lago Orumieh (se non in secca), il più grande lago del Medio Oriente ed il terzo più grande lago di acqua salata al mond. In questo bellissimo percorso si attraversa la provincia dell'Azerbaijan e si raggiunge la provincia del Kurdistan con la possibilità di visitare alcuni villaggi di queste due etnie e osservare lo stile di vita dei curdi, de turchi e degli azeri.

L’ultima tappa della giornata sarà la visita al sito archeologico di Takht-e-Soleyman, nel nord-ovest dell'Iran, situato in una valle alle pendici di una montagna vulcanica. Il sito, di forte importanza simbolica, comprende il principale santuario zoroastriano in parte ricostruito nel periodo Ilkhanide (Mongol) (13 ° secolo), e un tempio del periodo sasanide (6 ° e 7 ° secolo) dedicato a Anahita. I disegni del tempio del fuoco, il palazzo e la disposizione generale del sito hanno fortemente influenzato lo sviluppo dell'architettura islamica negli anni. Pernottamento a Takab.

.

 

Iran,Sanandaj11° Giorno: Spostamento a Oramanat Takht passando per Sanandaj

Partenza in mattinata per Oranamat Takht. Lungo il percorso si visiterà Sanandaj che è la capitale della provincia del Kurdistan. L'economia di Sanandaj si basa sulla produzione di tappeti, pellame, riso, zucchero raffinato, legno, lavorazione del cotone, e di alcuni metalli.

In Sanandaj è possibile visitare vecchi bazar e la Moschea di Hajar Khatoon, costruita più di cento anni fa da Haj Sheikh Shokrollah, vanta una struttura architettonica unica e antica.

Poi ci si sposterà verso il villaggio di Oranamat Takht, una delle aree rurali più interessanti del Kurdistan che oltre alla sua vista panoramica è molto famosa per la cerimonia antica e meravigliosa di Peer Shahriar. Il fiume Sirvan scorre nelle valli profonde di questa regione ed entra in Iraq. Qui i terreni sono coperti da campi coltivati a noce, melograni, fichi e gelsi.

Le tombe di Peer Shahriar Urami, scrittore del libro “Conoscenza di Peer Shahriar” sono mete di pellegrinaggio. Questo era un sito zoroastriano prima dell'avvento dell'Islam. Gli abitanti di Oramanat Takht sono musulmani sunniti dalla setta Shafei.

Pernottamento ad Oranamat Takht.

 

 

Iran,Kermanshah12° Giorno: Arrivo e visita di Kermanshah

Kermanshah ha un clima mite.

Kermanshah, che durante l'epoca sassanide, era considerata una delle principali città di svagoe relax, ha un clima mite e montuoso. La maggior parte dei residenti sono curdi e parlano il dialetto Kalhur.
La provincia ha un ricco patrimonio paleolitico. Molte grotte con resti paleolitici sono state rinvenute in questa zona.. Alcuni di questi siti rupestri si trovano a Bisetun e a nord di Kermanshah. C'è solo un vestigio, ma di notevole importanza, Taq-e Bostan, 'L’arco del Giardino'. Si tratta di un gruppo di rocce scolpite, molte delle quali protette da un tetto a forma di grotta. I motivi delle incisioni risalgono al periodo sassanide (3 °secolo d.c. fino al Islam).

 

 

Iran, Hamedan, alisadr cave13° Giorno: Spostamento ad Hamedan passando per Kangavar, Bistoon e la grotta Ali Sadr

Nella piccola città di Kangavar, le rovine di un sito storico maestoso iniziano ad apparire già sul ciglio della strada. Questo luogo era stato menzionato dal geografo greco Isidoro di Charax già nel primo secolo dC, così come Konkobar nell'antica provincia di Egbatana; Il suo nome potrebbe derivare dalla avestica Kanha-vara, 'involucro di Kanha'. Il luogo è conosciuto come il Tempio di Anahita, costruito da un imperatore achemenide dal 404 a.c. al 359 a.c..Questo tempio è stato costruito in onore di 'Ardevisur Anahita', l'Angelo Custode femminile delle acque. L’architettura di questo tempio è simile a quella dei palazzi e dei templi costruiti durante il periodo achemenide, dal 550 a.c al 330 a.c., nell’Iran occidentale.

Da Kermanshah la strada corre lungo la parte inferiore di una bella scogliera colorata.
Il sito di Bisotun sorge attorno ad una sorgente nei pressi di una parete di roccia verticale. Le sculture si trovano nella parte alta del masso roccioso e si intravedono da un importante via commerciale. Il sito è a 30 km da Kermanshah, città vicino al villaggio di Bisotun.

L'ultima tappa, nel pomeriggio, sarà la grotta Ali Sadr, la più grande grotta d'acqua al mondo, che attira milioni di visitatori ogni anno. Si presume che questa grotta abbia 130 milioni di anni con un’estensione in altezza di 40 metri e contiene al suo interno diversi laghi. Si trova a circa 100 chilometri a nord di Hamedan, nell'Iran occidentale. Poiché la grotta si trova tra le grandi città di Hamadan, Teheran, Qom è diventata una destinazione popolare per gli iraniani. Per la visita all’interno della grotta sono disponibili pedalò.

Finita la visita ci si sposterà verso Hamedan, una delle più antiche vie commerciali dell’Asia mediterranea, dove si pernotterà.

 

 

Iran, Hamedan, Baba taher14° Giorno: Visita di Hamedan

La provincia di Hamedan è situata nella parte centro occidentale dell'Iran. Ha inverni lunghi e freddi da settembre a maggio, con una grande quantità di neve; tuttavia, in estate il suo clima fresco e piacevole offre ai visitatori una pausa dalle alte temperature. La provincia è famosa per le sue uve (1500 ettari di vigneti) e per il commercio dei tappeti persiani, secondo solo a Kerman.

Ad Hamedan si visiterà il Sepolcro Esteroo Mord Khay (Ester e Mord Khay). Situato nel centro della città, la struttura è stata costruita con mattoni e pietra. Questa è la tomba di Ester la regina di Shoosh (la moglie di Serse dell'Iran). Mordecai (Mord Khay) era suo zio. La struttura è stata originariamente costruita circa 11 secoli fa, al fine di rendere omaggio a questi due personaggi. Questa tomba è un luogo di pellegrinaggio per gli ebrei ma anche per i musulmani.

Il prossimo luogo è l’iscrizione di Ganj Nameh. Queste incisioni sono reperti del periodo di 'Dario' e 'Serse' dell'epoca Achemenide. Si trovano a 5 km a ovest di Hamadan alla fine della valle di Abad Abbas, e sono stati incisi su una montagna.

Avicenna era un medico persiano musulmano e filosofo che scrisse quasi 450 trattati su una vasta gamma di argomenti, di cui circa 240 sono sopravvissuti. In particolare, 150 dei suoi trattati superstiti si concentrano sulla filosofia e 40 sulla medicina. Il tour prevede la visita alla sua tomba.

Il palazzo di Hegmatane si trova nella città di Hamadan e risale al 6° secolo a.c. durante il periodo dei cosiddetti “Medi”. 'Kiyakesar Madi' e 'Nabopolasar Baboli' furono gli ideatori e creatori della costruzione di questa struttura nell’anno 614 a.c..

Successivamente si visiterà l’affascinante Gonbad-e-Alavian (o Masjid--Alavian) che è un interessante mausoleo a forma quadrilatera risalente al 12° secolo e appartenente al tardo periodo selgiuchide. All'esterno, assomiglia alla Gonbad-e Sorkh di Maragheh che se sarà possibile lo si potrà osservare.

Si proseguirà con la tomba di Baba Taher, che si trova in un parco, circondato da fiori e sentieri tortuosi. Baba Taher è conosciuto come uno dei più venerati e rispettabili primi poeti della letteratura iraniana. Era conosciuto con il nome di Baba Taher-e Oryan (The Naked), il che suggerisce che potrebbe essere stato un derviscio errante. La sua poesia ha toccato molte anime

Pernottamento in Hamedan.

 

 

Iran, Shush15° Giorno: Spostamento a Shush passando per Khoram Abad

Khoram Abad si trova nella zona montuosa di Zagross, e questa regione gode di un clima temperato, mentre a sud sulle pianure del Khuzestan le temperature sono alte. Il territorio di Khoram Abad riveste una grande importanza dal punto di vista storico poichè ha visto la nascita di molte civiltà, come quella Kasi, Babolian, Elamita, Sassanide, Saljuqi e Kharazmshahi. Reperti storici di questi periodi sono evidenti nella zona, come ad esempio antichi castelli storici utilizzati per salvaguardare i governanti contro gli attacchi. Uno di questi castelli è Falak-ol-Aflak che è uno dei più imponenti castelli in Iran. Si trova sulla cima di una grande collina e ha lo stesso nome di un altro castello all'interno della città di Khorramabad, capoluogo della regione della provincia di Lorestan. Questa gigantesca struttura è stata costruita in epoca sassanide (226-651). Il castello di Falak ol-Aflak sembra essere stato costruito con un sistema di deumidificazione che è una delle meraviglie del mondo antico.
In serata arrivo a Shush e trasferimento all’Hotel Apadana (1 * hotel), che è l’unica struttura in città.

 

 

Iran_Shush16° Giorno: Visita di Susa e Shushtar

I resti e le reliquie storiche di Susa sono testimonianza del fatto che questa città è stata fondata molti anni prima della nascita di Cristo. Questa è la regione dove è stato formato uno dei primi governi al mondo, portando alla fusione le due culture dell'altopiano iranico e della Mesopotamia. Si renderà omaggio alla tomba di Daniel, che ha attirato un flusso costante di pellegrini provenienti da tutto il Medio Oriente. Successivamente ci si lascerà incantare dalla squisita bellezza del palazzo Apadana e dallo storico castello di Susa.

Shushtar, la meta successiva, il cui nome è collegato con quello di un'altra città antica, Susa, significa “maggiore (o migliore) di Shush'. Durante l'epoca sassanide, era una città-isola sul fiume Karun e selezionata per diventare la capitale invernale.

Successivamente visita al magnifico tempio Chogha Zanbil, uno dei pochi “ziggurat” esistenti fuori dalla Mesopotamia (l'altro è Sialk). Gli scavi archeologici intrapresi tra il 1951 e il 1962 hanno rivelato il sito, e questo ziggurat è considerato l'esempio meglio conservato al mondo. Nel 1979, Choqa Zanbil è diventato il primo sito iraniano ad essere iscritto nella Lista del Patrimonio dell'Umanità UNESCO. La giornata si concluderà con la visita alle incantevoli cascate Shooshtar e ai suoi ponti storici. Pernottamento ad Ahvaz.

 

 

Iran, Shiraz, Vakil mosque17° Giorno: Spostamento a Shiraz passando per

Partenza in mattinata da Ahvaz per Shiraz, lungo il tragitto si potranno ammirare paesaggi e bellezze del luogo come la visita alle reliquie storiche di Sarab -e -Bahram, di Bishapoor e la gola di Chogan.

La prima tappa, a 140 km a sud ovest di Shiraz, saranno alcuni interessanti siti risalenti al periodo Elamita (3-5 mila anni fa) e a quello sasanide (1800 anni fa). A Kurangan invece si visiterà il rilievo che mostra un Dio con una corona, dietro di lui siede una dea, anch’essa incoronata, entrambi tengono qualcosa in una mano. Intorno alle divinità spiccano ulteriori figure. La scena è incorniciata da due ulteriori rilievi, che mostrano figure in piedi. Poiché non ci sono iscrizioni è difficile stabilire a quale periodo risalgono.

Bishapoor è un'antica città situata a sud della moderna Faliyan, sull'antica strada tra Persis ed Elam che collegava le capitali sasanidi Istakhr (molto vicino a Persepoli) e Ctesifonte. Bishapoor è stata costruita vicino ad un fiume e nella stessa area c'è un forte con serbatoi scavati nella roccia e in una valle del fiume si potranno ammirare sei rilievi rocciosi dell’epoca sasanide. Pernottamento a Shiraz.

 

Iran, Shiraz, Koran gate18° Giorno: Visita di Shiraz

Shiraz è considerata una città illuminata poichè è stata al centro della cultura persiana per più di 2.000 anni ed è stata un tempo anche capitale del paese.

Shiraz è l’emblema della cultura persiana e questa elegante città 
non mancherà mai di evocare immagini di rose ed usignoli, 
di giardini e di poesia. 
Al mattino presto si assaporrerà la parte più bella di Shiraz
 quando era la capitale dell’Iran durante la dinastia Zand. 
Ispirati dal glorioso palazzo Karim Khan, 
dalla splendida Moschea Vakil e dall’omonimo Bazaar 
e infine dalla Moschea Nasir Almolk. 
Al termine del tour un prelibato 
pranzo in stile iraniano in un dei tradionali ristoranti di Shiraz.

Questa meravigliosa città ha dato i natali a famosi poeti quali Hafes e Sa’adi e si possono ammirare siti storici di epoche diverse risalenti a 6 milioni di anni fa. Hafez è uno dei grandi poeti che hanno lasciato un segno con la sua maestria. Le sue poesie ci danno una sensazione speciale e la pace nella sua tomba è davvero eccezionale. Sa'di è un poeta, filosofo e mistico che è conosciuto come il padre del turismo. Circa sette secoli fa ha viaggiato in diversi paesi e città. Poi ha raccolto tutte le sue esperienze in versi e in prosa in due libri di nome Boustan e Golestan. Questi due libri sono fonte di ispirazione e informazioni. Il tour prevede la possibilità di rendere omaggio alle tombe di questi due grandi poeti.

In serata si visiterà Ali- Ebn e Hamzeh, pronti per ammirare le sue bellezze. Si passeggerà attraverso il Giardino Jahan Nama con i suoi cedri alti e fieri. Infine il Giardino Delgosha e Khajoy- e-Kermani la tomba dalla quale si godrà una vista della misteriosa città di Shiraz che rimarrà per sempre impressa nella nostra mente.

In serata, cena in un ristorante con un'atmosfera particolare, nel nord di Shiraz.

 

 

 

Iran, Shiraz, Perseppolis19° Giorno: Escursione a Persepolis e Necropolis

La giornata sarà dedicata quasi interamente alla visita di Persepoli. Fondata da Dario I nel 518 A.C. Persepoli è stata la capitale dell'Impero Achemenide . E’ stata costruita su un immensa area “terrazzata” per metà artificiale e per metà naturale, dove il re dei re creò un imponente complesso di palazzi ispirato ai modelli mesopotamici. L'importanza e la qualità delle rovine monumentali rendono questo sito archeologico unico. Sembra che Dario avesse previsto questo imponente complesso di palazzi non solo come la sede del governo ma anche, e soprattutto, come una vetrina e un centro spettacolare per i ricevimenti e le feste dei re Achemenidi e il loro impero, come Nowroz .

Successivamente si visiterà Necropoli . Di fronte alla montagna di Rahmat , a dieci minuti a nord, si erge maestosa Necropoli , il magnifico luogo di sepoltura dei re Achemenidi dove si potranno ammirare anche sette bassorilievi risalenti ai periodi Elamite e Sasanide.

 

 

Iran,Zeionddin20° Giorno: Partenza per Zeinoddin passando per Pasargade e Abarkouh

Sulla strada per Zeinoddin o Fahraj, si faranno un paio di brevi soste a Pasargade per visitare i suoi più importanti e maestosi monumenti. La tomba di Ciro il Grande, colui che ha dato origine e fondato l’Impero Achaemanian (500 a.c.), è il più antico sepolcro storico. La meravigliosa architettura della sua tomba, l'enorme terreno fertile che lo circonda, accanto alla personalità coraggiosa di Ciro il Grande, ispira i visitatori. Quest’area archeologica era il luogo di preghiera per i seguaci di diverse religioni, e tutt’ora è ancora così. A seguito del rilievo di un uomo alato e acquisita familiarità con le sue delucidazioni storiche alcuni ricercatori hanno elaborato teorie specifiche su una probabile relazione tra la personalità di Ciro il Grande e uno dei profeti del Libro Sacro. Visitando questa maestosa tomba ognuno potrà farsi una propria idea su questo grande personaggio del passato.

I vecchi alberi presenti in ogni regione sono un simbolo di arcaicità e ci raccontano che un clima appropriato e buone condizioni portano a lunga vita. Abar Kouh, città storica, è un luogo di monumenti storici e di una bellissima architettura del deserto. Inoltre, l’albero di cipresso di 4500 anni, ad Abar Kouh è una meravigliosa attrazione. Queste credenze e le bellezze del vecchio cipresso 4500 anni rimangono nel cuore e nella mente di tutti i viaggiatori. In seguito visiteremo Zeinoddin, un Caravanserraglio dell’epoca safavide, nel cuore del deserto, che è stato restaurato nel miglior modo possibile e ha ottenuto 2 premi dall’UNESCO nel 2005 e 2006.

 

 

 

Iran, Yazd21° Giorno: Viaggio di circa 56km verso Yazd passando per Mehriz and Sar yazd

Mehriz si trova a 30 chilometri a sud dalla città di Yazd. Mehriz è formata da quartiere centrale e cinque piccoli villaggi. Secondo gli storici, il nome appartiene a "Mehrnegar " la figlia prediletta del Anoushirvan, il re sasanide. Mehriz era conosciuta, nella tarda epoca sasanide (4° secolo d.c.) come un luogo piacevole. Uno dei luoghi più importanti da visitare a Mehriz è Saryazd.

Saryazd ha un castello appartenente all'era sasanide che venne usato come un rifugio in tempo di guerra. Un altro luogo storico è il caravanserraglio in Saryazd che risale al periodo selgiuchide e safavide. È interessante notare che Saryaz ha i migliori melograni dell'Iran. Finita la visita si proseguirà per Yazd.

Yazd, la più antica città nel mondo costruita con mattoni cotti al sole, è circondata dalla vetta di 4.000m di Shirkooh e da due maestosi deserti, Dasht-e Kavir  e  Kavir- e-Loot . Questa antica città ha moschee di straordinaria bellezza. La coesistenza dei splendidi templi del fuoco ed i luoghi sacri delle diverse religioni stupisce ogni visitatore.

 

.

Iran, Yazd22° Giorno: Visita di Yazd, viaggio verso Isfahan passando per Nain

Il programma della giornata include la visita a Dakhmeh (Torre del silenzio, dove gli zoroastriani lasciavano i cadaveri per essere mangiati dagli avvoltoi) e ai templi del fuoco zoroastriani. Successivamente si visiterà il meraviglioso Museo dell’Acqua e i Giardini Doulat Abad. Pranzo in un ristorante tipico.

Nel primo pomeriggio partenza per Isfahan, situata nelle vicinanze del deserto di Dash-e-Kavir che si raggiungerà dopo un viaggio di circa 300km passando per Nain. Nain è conosciuta come la città delle cisterne poiché ne possiede circa 80. Si avrà inoltre la possibilità di visitare una delle moschee più antiche e più importanti dell'architettura persiana islamica e alcuni fra i 30 ponti presenti ad Isfahan. Pernottamento a Isfahan.

 

 

 

 

Iran, Isfahan, sio se pol23° Giorno: Visita di Isfahan

Isfahan la leggendaria città che non manca mai di incantare i suoi visitatori è la perla dell’archeologia islamica tradizionale. Questa città è ravvivata dalle opere di artisti contemporanei. Isfahan si vanta di avere affascinanti palazzi storici con incantevoli giardini. La leggenda narra che la città fu fondata durante la dinastia Tahmoures che grazie alla sua fama e gloria è stata soprannominata "La metà del mondo". Il tour dell’intera giornata inizierà nella famosa Piazza Imam (Naqsh-e -Jahan) che è la seconda piazza più grande del mondo, dopo quella di Tiananmen di Pechino. Si visiteranno poi le meraviglie architettoniche dello sceicco Lotfollah e la Moschea Imam, i palazzi Aliqapu, Chehel Sutoon e Hasht Behesht, e uno dei più famosi bazar in Iran, dove sarà possibile acquistare prodotti artigianali locali per i quali Isfahan è così rinomato. Pernottamento ad Isfahan.

 

 

 

Iran, Isfahan,Chehel seton24° Giorno: Visita di Isfahan

La giornata avrà inizio con la visita alla Moschea Jame’ di Isfahan la quale mostra diversi secoli di storia dell'evoluzione islamica. Questa moschea è una galleria dell’architettura islamica in cui è evidente il progresso dagli albori dell'Islam fino ai tempi recenti. Poi sarà la volta della chiesa Vank, una delle più belle chiese armene al mondo che senza dubbio catturerà l'attenzione di ogni cristiano. La giornata si concluderà con una visita a Monar Jomban, la tomba di un sufi, con i suoi minareti tremanti e alcuni ponti storici. Serata libera a disposizione.

 .

 

 

 

 

 Iran,Kashan

25° Giorno: Viaggio verso Kashan passando per Abyaneh

Sulla strada per Kashan, si visiterà il villaggio di Abyaneh, riconosciuto patrimonio dell’Unesco, situato ai piedi del monte Karkas e nelle vicinanze del deserto. Avrete modo di apprezzare la serenità di questo pittoresco villaggio con la sua splendida archeologia ed di incontrare gli abitanti che parlano, vivono e abitano ancora oggi in stile persiano antico.

Successivamente, visita di Tabatabaiha e Borojerdiha, case tipiche in Kashan e di alcuni altri luoghi storici scelti appositamente dalla nostra guida turistica che vi permetteranno di conoscere l'architettura del precedente secolo, l'epoca Qajar. Pernottamento a Kashan.

 

 

 26° Giorno: Trasferimento in aeroporto (195 km), partenza dall’Iran

L’ultimo giorno, se possibile, si visiterà il villaggio di Qom, 
prima del trasferimento in aeroporto per la partenza dall’Iran, 
una terra di calore e ospitalità.

 

 

 

Servizi inclusi nel Tour:

  1. Lettera di invito per il visto iraniano
  2. 27 notti in hotel a 3 e a 4 stelle
  3. 26 giorni di transporto attraverso l’Iran
  4. Esperta guida turistica in lingua inglese per 26 giorni
  5. Colazione e pranzi
  6. Voli interni
  7. Biglietti di ingresso per visite
  8. Offerte speciali
  9. Trasferimento con guida