UP

Viaggio in Iran in treno (24 Giorni)

1° Giorno: Arrivo a Tehran, volo interno su Tabriz

Attenzione: La priorità nelle visite può subire dei cambiamenti in base all’orario di arrivo, preferenza della guida e alle chiusure dei musei in base alle festività nazionali e non.

 

2° Giorno: Visita di Tabriz

L’Azerbaigian è la culla di una delle etnie più colte e coraggiose in Iran, gli Azeri. Sarete impressionati dalla profondità e dalla ricchezza della cultura, della lingua, della musica, della danza e della letteratura azera. Le bellezze di questi luoghi cattureranno gli occhi dei visitatori come il grande parco Eil Goli (piscina dello Shah) di Tabriz. In passato pare sia  stato utilizzato come una risorsa d'acqua per scopi agricoli e anche come residenza estiva durante la dinastia Qadjar (quando Tabriz era la residenza ufficiale del Principe di Iran). Si avrà modo di visitare il bazar esotico, che è uno dei più antichi bazar del Medio Oriente e il più grande bazar coperto al mondo. E stato riconosciuto come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel luglio 2010.

Successivamente si visiteranno i resti della grande Moschea di Kabood o Moschea Jahanshah che è una delle opere di Abul Mozaffar Jahanshah bin Qara Yousef, un membro della tribù Qaraqoyounlu, a Tabriz. Questa moschea fu completata nel 870 a.c. dopo la supervisione della moglie di Jahanshah, Jan Beigum Khatoon. La giornata si concluderà con la visita alla santa chiesa Serkis, costruita da 'Petrossian' nel quartiere Banvan di Tabriz nell'anno 1821 d.c.

Pernottamento a Tabriz .

 

3° Giorno: Visita di Tabriz e spostamento in treno nel pomeriggio (ore 15.00 circa) per Zanjan

L’escursione di oggi comprende la città storica di confine, Jolfa che è una delle più importanti città di confine dell'Iran che si trova nei pressi del fiume Aras e vicino alle affascinanti foreste di Arasbaran. Jolfa è la roccaforte della cultura e della religione dei cristiani armeni. Si visiteranno le principali chiese e il Monastero di San Stepanos (Maghartavank), situato a circa 15 km a nord ovest della città, in un profondo canyon lungo il fiume Aras sulla riva iraniana al confine tra l'Azerbaigian e l'Iran. Questo monastero venne costruito nel 9 °secolo d.c. e fu ricostruito in epoca safavide dopo vari terremoti che lo avevano danneggiato. A Julfa si potrà

 

 

4° giorno: La mattina presto visita di Takab e Soltaniyeh, nel pomeriggio treno per Qazvin (ore 15.30 circa)

Ci dirigeremo a Takab, il famoso complesso storico si Takht-e Soleiman che si trova a nord-est della città. Takht-e Soleiman è stato uno dei più antichi templi del fuoco zoroastriani di Takab durante la dinastia sassanide.
In seguito, spostamento per visitare la maestosità della Soltanieh Dome (Gonbad Soltanieh). Successivamente si prenderà un treno per Qazvin dove si pernotterà.

 

5 ° giorno: Visita Qazvin, allenarsi a Teheran alle 19:25
La città oggi conosciuta come Qazvin, si pensa sia stata fondata da Shapur II, re di Persia nel 250 a.c. I reperti archeologici rinvenuti nella pianura di Qazvin rivelano insediamenti agricoli urbani risalenti ad almeno nove millenni fa. A Qazvin si visiteranno i numerosi scavi archeologici situati nel bel mezzo della città, come le rovine di Meimoon Qal'eh, uno dei numerosi edifici sassanidi nella zona.

 

6° Giorno: Visita di Tehran

Il tour inizierà con la visita al Museo Archeologico, uno dei rari luoghi al mondo dove si potrà avere la speciale opportunità di visitare “l’evoluzione della specie umana” attraverso la meravigliosa collezione di reperti storici.

Successivamente, sarà nostro grande piacere, farvi assaggiare i sapori unici della cucina iraniana. Il pranzo sarà in un ristorante tradizionale di cucina tipica iraniana dove degusterete svariate e deliziose specialità di piatti e desserts persiani.

La giornata proseguirà con la visita all’inestimabile Museo dei Gioelli della Corona all’interno del quale potrete ammirare uno dei due più grandi diamanti, Darya-e-Noor, (un mare di luce).

Nel tardo pomeriggio si avrà la possibilità di ammirare una vasta collezione di tappeti, tessuti a mano, presso il Museo del Tappeto che ospita più di 100 preziosi pezzi provenienti da ogni parte dell’Iran e di approfondire la conoscenza sulla storia e la tradizione di questi manufatti.

Pernottamento a Tehran.

 

7° Giorno: Treno per Neishabour alle 17.15 circa

 

8° Giorno: Visita di Shahroud, treno per Neishabour alle 17.25 circa

La visita di oggi è a Shahroud, una città nella provincia di Semnan. Nel 2006, tracce di un preistorico insediamento risalente a circa 8000 anni fa è stato trovato in questa città.
Shahroud è una città situata nella parte nord di Dasht e Kavir e circondata dal monte Alborz. E’ distante sia dal caldo torrido e secco del deserto sia dalla pioggia e dall’umidità. Shahroud è una delle città dell'Iran con il miglior clima.

Alle 17:25 Trasferimento alla stazione ferroviaria per prendere il treno per Neishabour.

 

9° Giorno: Visita di Neishabour, treno per Mashhad alle 21.15 circa

Il tour odierno parte con la visita di Neishaboor, dove si trova la tomba di Hakim Omar Khayyam -e Neishabouri che è stato un famoso matematico, astrologo, filosofo e poeta dell’11 ° secolo d.c. che ha fatto di Neishaboor una città universale. Inoltre visiteremo la tomba di Attar, un famoso poeta mistico dell'Iran. Infine visita alla tomba di Kamal -Al- Molk, il più grande dei pittori contemporanei.

In serata verso le 21.15 si prenderà il treno per Mashhad.

 

10° Giorno: Visita di Mashhad

Mashhad, la città dove fu martirizzato l’Imam sciita Reza, è un luogo molto importante per i pellegrini sciiti musulmani. Questo enorme complesso è il primo luogo sacro in Iran. Si potrà godere di un tour completo di un’intera giornata della città di Mashhad visitando il Santuario dell’Imam Reza, la Tomba di Ferdosi e il Museo di Nader Shah Museum. Successivamente spostamento a Tus per visitare la tomba di Ferdosi, il grande poeta epico vissuto nel 10 ° secolo d.c.. Ferdosi ha scritto Shahnameh (letteralmente "Lettera del re"), il grande poema epico in cui le storie di Rostam e Sohrab sono abilmente descritte. Questo libro è paragonabile, in termini di importanza, all’Iliade e all’Odissea di Omero nella letteratura occidentale.

 

11° Giorno: Visita di Mashhad, treno per Mandar Abbas (questo treno è disponibile a giorni alterni quindi questo giorno potrebbe essere soggetto a cambiamenti)

 Giornata dedicata alla visita di Harounieh, una struttura piacevole della quale purtroppo non si conosce la funzione ai tempi. Successivamente è prevista una visita notturna al santuario dell'Imam Reza per vedere le persone che stanno pregando in un luogo sacro. In serata si prenderà un treno per Bandar Abbas.

 

12° Giorno: Visita di Bandar Abbas e Qeshm
Bandar Abbas è uno dei principali porti dell'Iran che ha particolari attrazioni naturali e storiche. Accanto a questo bellissimo porto, c'è un centro benessere, Geno. Questa stazione termale è stata utilizzata finora solo per scopi medici. Si dice che Marco Polo usò questo luogo per curare le sue malattie della pelle.
Alcune delle attrazioni più famose di Bandar Abbas sono le seguenti: Emarat-e Kolah Farangi (costruito da e durante l'occupazione olandese), Gele-dari, e varie sorgenti di acqua calda.
L’isola di Geshm è una delle attrazioni turistiche in provincia di Hormozgan ed è l'unica nota come Geo Parco in Iran. Questa isola attira un sacco di turisti ogni anno grazie alle sue bellezze naturali e storiche. Tra l'attrazione, possiamo citare la giungla di Water Hara, le grotte di Kharbas, la costa delle Tartarughe, lo stretto di Chah Kouh, il castello portoghese e il cimitero britannico. Accanto a questi siti si può anche visitare il bazar del giovedì di Minab, l’isola di Hormoz e l’isola di Lark famosa per la sua sabbia d'argento e infine l’isola di Hengam.
Pernottamento a Gheshm.

 

13° Giorno: Treno per Yazd (alle 19.35 circa)

Nel tardo pomeriggio treno per Yazd dal quale si potranno godere le bellezze del paesaggio circostante.

 

 

14° Giorno: Visita di Yazd

Yazd, la più antica città nel mondo costruita con mattoni cotti al sole, è circondata dalla vetta di 4.000m di Shirkooh e da due maestosi deserti, Dasht-e Kavir e Kavir-e-Loot . Questa antica città ha moschee di straordinaria bellezza. La coesistenza dei splendidi templi del fuoco ed i luoghi sacri delle diverse religioni stupisce ogni visitatore.

Nel pomeriggio si visiteranno, il Tempio del Fuoco, le torri del silenzio, e le torri eoliche nella parte vecchia della città.

 

15° Giorno: Treno per Isfahan alle 05.20 del mattino (questo treno è disponibile a giorni alterni quindi questo giorno potrebbe essere soggetto a cambiamenti)

 

16° Giorno: Visita di Isfahan

Isfahan la leggendaria città che non manca mai di incantare i suoi visitatori è la perla dell’archeologia islamica tradizionale. Questa città è ravvivata dalle opere di artisti contemporanei. Isfahan si vanta di avere affascinanti palazzi storici con incantevoli giardini. La leggenda narra che la città fu fondata durante la dinastia Tahmoures che grazie alla sua fama e gloria è stata soprannominata "La metà del mondo". Il tour dell’intera giornata inizierà nella famosa Piazza Imam (Naqsh-e -Jahan) che è la seconda piazza più grande del mondo, dopo quella di Tiananmen di Pechino. Si visiteranno poi le meraviglie architettoniche dello sceicco Lotfollah e la Moschea Imam, i palazzi Aliqapu, Chehel Sutoon e Hasht Behesht, e uno dei più famosi bazar in Iran, dove sarà possibile acquistare prodotti artigianali locali per i quali Isfahan è così rinomato. Pernottamento ad Isfahan.

 

17° Giorno: Visita di Isfahan

La giornata avrà inizio con la visita alla Moschea Jame’ di Isfahan la quale mostra diversi secoli di storia dell'evoluzione islamica. Questa moschea è una galleria dell’architettura islamica in cui è evidente il progresso dagli albori dell'Islam fino ai tempi recenti. Poi sarà la volta della chiesa Vank, una delle più belle chiese armene al mondo che senza dubbio catturerà l'attenzione di ogni cristiano. La giornata si concluderà con una visita a Monar Jomban, la tomba di un sufi, con i suoi minareti tremanti e alcuni ponti storici. Alle 21.25 treno per Shiraz.

 

18° Giorno: Visita di Shiraz

Shiraz è considerata una città “illuminata” poichè è stata al centro della cultura persiana per più di 2.000 anni ed è stata un tempo anche capitale del paese.

Shiraz è l’emblema della cultura persiana e questa elegante città non mancherà mai di evocare immagini di rose ed usignoli, di giardini e di poesia. Al mattino presto si assaporrerà la parte più bella di Shiraz quando era la capitale dell’Iran durante la dinastia Zand. Ispirati dal glorioso palazzo Karim Khan, dalla splendida Moschea Vakil e dall’omonimo Bazaar e infine dalla Moschea Nasir Almolk. Al termine del tour un prelibato pranzo in stile iraniano in uno dei tradionali ristoranti di Shiraz.

Questa meravigliosa città ha dato i natali a famosi poeti quali Hafes e Sa’adi e si possono ammirare siti storici di epoche diverse risalenti a 6 milioni di anni fa. Hafez è uno dei grandi poeti che hanno lasciato un segno con la sua maestria. Le sue poesie ci danno una sensazione speciale e la pace nella sua tomba è davvero eccezionale. Sa'di è un poeta, filosofo e mistico che è conosciuto come il padre del turismo. Circa sette secoli fa ha viaggiato in diversi paesi e città, poi ha raccolto tutte le sue esperienze in versi e in prosa in due libri di nome Boustan e Golestan. Questi due libri sono fonte di ispirazione e informazioni. Il tour prevede la possibilità di rendere omaggio alle tombe di questi due grandi poeti.

In serata si visiterà Ali- Ebn e Hamzeh, pronti per ammirare le sue bellezze. Si passeggerà attraverso il Giardino Jahan Nama con i suoi cedri alti e fieri. Infine il Giardino Delgosha e Khajoy- e-Kermani la tomba dalla quale si godrà una vista della misteriosa città di Shiraz che rimarrà per sempre impressa nella nostra mente.

Cena in un ristorante dalla tipica atmosfera persiana a nord di Shiraz.

 

19° Giorno: Escursione a Persepoli e Necropolis

La giornata sarà dedicata quasi interamente alla visita di Persepoli. Fondata da Dario I nel 518 A.C. Persepoli è stata la capitale dell'Impero Achemenide. E’ stata costruita su un immensa area “terrazzata” per metà artificiale e per metà naturale, dove il re dei re creò un imponente complesso di palazzi ispirato ai modelli mesopotamici. L'importanza e la qualità delle rovine monumentali rendono questo sito archeologico unico. Sembra che Dario avesse previsto questo imponente complesso di palazzi non solo come la sede del governo, ma anche, e soprattutto, come una vetrina e un centro spettacolare per i ricevimenti e le feste dei re Achemenidi e il loro impero, come Nowroz.

Successivamente si visiterà Necropoli. Di fronte alla montagna di Rahmat, a dieci minuti a nord, si erge maestosa Necropoli, il magnifico luogo di sepoltura dei re Achemenidi dove si potranno ammirare anche sette bassorilievi risalenti ai periodi Elamite e Sasanide .

 

20° Giorno: Spostamento in auto per Ahvaz passando per Bishapour e lo stretto di Chogan

Bishapoor è un'antica città situata a sud della moderna Faliyan, sull'antica strada tra Persis ed Elam che collegava le capitali sasanidi Istakhr (molto vicino a Persepoli) e Ctesifonte. Bishapoor è stata costruita vicino ad un fiume e nella stessa area c'è un forte con serbatoi scavati nella roccia e in una valle del fiume si potranno ammirare sei rilievi rocciosi dell’epoca sasanide. In serata arrivo ad Ahvaz e trasferimento in hotel.

 

21° Giorno: Visita di Shush, Shushtar e Chogha Zanbil

I resti e le reliquie storiche di Susa sono testimonianza del fatto che questa città è stata fondata molti anni prima della nascita di Cristo. Questa è la regione dove è stato formato uno dei primi governi al mondo, portando alla fusione le due culture dell'altopiano iranico e della Mesopotamia. Si renderà omaggio alla tomba di Daniel, che ha attirato un flusso costante di pellegrini provenienti da tutto il Medio Oriente. Successivamente ci si lascerà incantare dalla squisita bellezza del palazzo Apadana e dallo storico castello di Susa.

Shushtar, la meta successiva, il cui nome è collegato con quello di un'altra città antica, Susa, significa “maggiore (o migliore) di Shush'. Durante l'epoca sassanide, era una città-isola sul fiume Karun e selezionata per diventare la capitale invernale.

Successivamente visita al magnifico tempio Chogha Zanbil, uno dei pochi “ziggurat” esistenti fuori dalla Mesopotamia (l'altro è Sialk). Gli scavi archeologici intrapresi tra il 1951 e il 1962 hanno rivelato il sito, e questo ziggurat è considerato l'esempio meglio conservato al mondo. Nel 1979, Choqa Zanbil è diventato il primo sito iraniano ad essere iscritto nella Lista del Patrimonio dell'Umanità UNESCO. La giornata si concluderà con la visita alle incantevoli cascate Shooshtar e ai suoi ponti storici. Pernottamento ad Ahvaz.

 

22° Giorno: Treno da Ahvaz per Tehran alle 11.10 del mattino

 

  23° Giorno: Visita di Tehran

Al mattino visita al Complesso Sa'ad Abad che si estende su un’immensa area di 1.100,00 mq. composta da 18 magnifici palazzi storici (due dei quali saranno visitati). Questo complesso fu costruito dalla dinastia dei Pahlavi e lascia indubbiamente stupefatti coloro che lo visitano. La visita di Tehran si concluderà al Museo della Ceramica dove si avrà modo di assistere alla sua creazione grazie alla sua storica e gloriosa archeologia.

 

24° Giorno: Partenza dall’Iran

Partenza dall’Iran, una terra di calore e ospitalità.